In vacanza al mare e in montagna con cane e gatto

di Chiara Recalcati   .   17/07/2012

Alcuni consigli da tenere a mente per fare vivere al meglio la vacanza ai nostri amici

In vacanza al mare e in montagna con cane e gatto

È molto frequente ormai decidere di viaggiare con il nostro cane o il nostro gatto…
Ecco allora cosa è bene tenere presente prima di partire e di goderci le nostre meritate vacanze. Diamo per scontato che chi parte col proprio amico a quattro zampe si sia già premurato di raccogliere le dovute informazioni riguardo il viaggio e la destinazione da raggiungere.

Il medico veterinario di riferimento, i Servizi Veterinari delle ASL e i Consolati dell’eventuale destinazione estera sapranno indicarvi le Leggi vigenti. Ricordatevi sempre di controllare che le vaccinazioni siano in ordine e non siano scadute; oltre alla totalità degli stati esteri ci sono alcune regioni italiane che richiedono la regolare Vaccinazione Antirabbica: ricordate che se si tratta della prima somministrazione nella vita del cane, o di un richiamo della vaccinazione scaduta, deve essere effettuata almeno trenta giorni prima della partenza.

Alcuni Paesi richiedono anche dei prelievi ematici a distanza di ventuno giorni dal vaccino per valutare la risposta immunitaria dell’animale, e dunque la reale efficacia del vaccino, il che rende indispensabile informarsi qualche mese prima di partire. Indipendentemente dal tipo di vacanza che faremo, è buona norma far visitare il cane o gatto dal proprio medico veterinario curante qualche giorno prima della partenza (alcune compagnie aeree e navali richiedono un certificato di buona salute). Se partiremo in macchina premuniamoci con un trasportino adeguato o le cinture di sicurezza omologate.

In spiaggia
Se la meta tanto agognata è il mare, prima di partire è necessario applicare un antiparassitario, che comprenda, nello spettro d’azione, anche la prevenzione delle punture del flebotomo (o pappatacio), che vive proprio nelle zone costiere e trasmette, purtroppo, una grave patologia (la Leihmaniosi canina). In commercio ci sono varie formulazioni, che hanno validità equivalente! Ricordatevi che il collare antiparassitario non può essere immerso in acqua!

Ora è indispensabile informarsi sulle spiagge della zona che permettono l’ingresso al cane e sulle regole da seguire: la buona educazione vale per noi e per Fido!
Cosa portare affinchè la permanenza del nostro amico sia confortevole e divertente?
Ovviamente il consiglio è quello di moderare le ore di esposizione al sole, evitando quelle più calde, per scongiurare l’evenienza, tutt’altro che remota, del colpo di calore. Fate sempre in modo che il pelo del cane rimanga umido, cosicchè mantenga una temperatura corporea adeguata… e valutiamo il calore della sabbia sotto il sole.

L’occorrente per una giornata in spiaggia

La ciotola dell'acqua
Per prima cosa l’indispensabile ciotola dell’acqua: ne esistono in commercio alcune tipologie, pensate per cani e gatti viaggiatori, che permettono di avere una bottiglietta con l’acqua e la ciotola, di dimensioni adatte al trasporto, contenenti eventualmente anche del cibo. Accertatevi che la ciotola per bere sia sempre piena, con acqua fresca e pulita.

Guinzaglio e pettorina
Portate sempre guinzaglio e pettorina perché, anche se il vostro cane è perfettamente abituato a seguirvi, dovete rispettare le normative riguardante la conduzione degli animali domestici nei luoghi pubblici. Il cane deve essere libero di spostarsi e cambiare posizione anche se legato, e deve  ovviamente avere la possibilità di stare all’ombra.

Raccogliere gli escrementi
Il regolamento di quasi tutte le spiagge dove sono ben accetti i nostri accompagnatori a quattro zampe prevede una passeggiata ogni due ore per permettere al cane di fare i propri bisogni… non dimenticate dunque i sacchetti per raccogliere ciò che il vostro cane lascia per strada!

Una doccia fa bene anche a lui
Se non fosse prevista una doccia per poter sciacquare con acqua dolce il cane dopo il bagno in mare, procuratevi delle bottiglie o degli spruzzini per rimuovere dal pelo e dalla cute il sale e la sabbia … e ovviamente ricordatevi anche un telo per rimuovere il grosso dell’acqua, se lo ritenete necessario!

In montagna
Per soggiornare in montagna, dopo aver valutato se la nostra destinazione sia inclusa tra le regioni con obbligo di vaccinazione antirabica, applichiamo un antiparassitario… soprattutto se non saremo in alta montagna! Se il nostro cane è avvezzo alle lunghe passeggiate non ci saranno grossi problemi, a patto di tenerlo sempre vicino a noi. Ricordiamoci di portare con noi la solita ciotola da viaggio, ed i sacchetti per raccogliere i bisognini.

Se decidiamo di far partecipare alle escursioni il nostro compagno di viaggio, è bene ricordarsi che in montagna il sole può essere nocivo quanto in spiaggia: organizziamo per tanto delle soste, possibilmente all’ombra, dove far riposare il cane.

Infine
Che si decida di partire per la spiaggia o la montagna, nella lista degli oggetti da non dimenticare ci sono sicuramente i giochi preferiti del nostro cane: qualunque sia il mezzo di trasporto che useremo per spostarci saranno utili per impegnare il tempo!
In spiaggia, nelle pause tra una passeggiata e l’altra, potremo giocare a palla sulla sabbia ed in acqua (negli orari consentiti), oppure insegnare al cane a prendere al volo freesbee e legnetti.

Sotto l’ombrellone, i giochi di attivazione mentale, d’interazione, o di gomma dura da masticare saranno un ottimo passatempo, assieme alle ossa di pelle di bufala.
Se soggiorniamo in albergo o in appartamento portiamo un cuscino, una copertina o una cuccia che faccia sentire a proprio agio il nostro amico a quattro zampe.

Se il nostro compagno di viaggio miagola, non dimentichiamoci di portare con noi tutto ciò che può rendere meno traumatico il cambiamento di ambiente!
Utilizziamo, se possibile, la stessa sabbietta di sempre, il cestino e il trasportino.
I giochi di casa gli terranno compagnia in nostra assenza!

Portiamo con noi il recapito del Medico Veterinario curante e facciamoci consigliare, in caso di particolari caratteristiche o patologie, se sia necessario portare dei farmaci con noi! Buone vacanze!

0 commenti

Nessun commento per questo articolo.